ApidiCarta (ormai ci conoscete) è un punto di riferimento per i progetti reali in cui doniamo materiale, forniamo sostegno tangibile e concreto creando oggetti, organizzando eventi, raccolte fondi, offriamo nel nostro alveare abbigliamento e materiale SecondHand, siamo presenti ormai po’ ovunque, in Ucraina, in Africa, a Samos dove abbiamo donato merce, soldi, materiale, farmaci, il progetto a sostegno della Pediatria di Moncalieri, la biblioteca sensoriale, le borracce, e molti altri progetti che abbiamo portato a termine e che ogni giorno fanno battere il mio cuore e quello delle nostre volontarie.

Oggi (finalmente), nella Giornata Mondiale della Giustizia Sociale sono così felice di poter raccontare che Apidicarta ha intrapreso un cammino più etico e virtuoso, qualcosa che fa parte di un sogno che ho toccato con mano la scorsa estate e che mi ha spalancato letteralmente gli occhi.

A Capaci, proprio accanto a Palermo, un gruppo di persone stupende ha scelto di raccontare ogni giorno il proprio passato doloroso a tante persone che arrivano da ogni parte del mondo per scoprire il *23 Maggio 1992*, data che ha segnato un prima un dopo. Un esplosione fece saltare un intero tratto di autostrada uccidendo il giudice Giovanni Falcone, sua moglie Francesca Morvillo e i tre agenti della scorta, Vito Schifani, Rocco Dicillo e Antonio Montinaro. La strage fu seguita poche settimane dopo da quella di via D’Amelio, a Palermo, in cui furono uccisi il giudice Borsellino e la sua scorta. Quella stagione terribile di bombe vibrò nelle coscienze di un’intera generazione di giovani siciliani che, dopo aver visto da vicino la brutalità di Cosa Nostra, decisero di uscire dal silenzio e far sentire con forza la propria voce. Fu un grido di dolore e allo stesso tempo un’incitazione alla ribellione: NO MAFIA.

Proprio a Maggio 24
Nascerà MuST23 – Museo Stazione 23 maggio,  un museo interattivo e multimediale, che mira alla creazione di uno spazio di fruizione culturale permanente, di “memoria viva”. Partendo dalla strage del 23 maggio 1992, racconta una Sicilia, un Italia, che resiste, spera, cambia.
MuST23 sarà una sorprendente esperienza formativa ed emotiva. Il visitatore si immergerà nelle storie e nelle testimonianze di chi ha vissuto quel periodo storico, con un linguaggio vivido e colorato di speranza. MuST23 presenta la rivalsa della bellezza dei luoghi, della determinazione della popolazione di questa città che vive e si impegna nel sogno concreto di una Capaci…capace di reagire, ricostruire e rinascere.

ApidiCarta APS ha deciso di investire in questo progetto utopico, sostenibile, bellissimo e di farne un pochino parte.

Perché mi chiederete, un progetto in Sicilia?
⭐Perché ci sentiamo parte di una grande opportunità di rinascita italiana.
⭐Perché il nostro volo si è posato in questa terra che ogni giorno ha il coraggio di guardare indietro ed andare avanti.
⭐Perché siamo consapevoli che solo attraverso l’informazione e la cultura si possa sperare in un futuro migliore per i nostri figli.

Voglio ringraziare lo staff di Must23, ed in particolare Dario e Antonio che passeggiando insieme con me, hanno condiviso ricordi dolorosi essenziali alla comprensione e tutti i loro colleghi che ogni giorno mettono il 💗 per questo ideale.

Vi racconteremo spesso di questo grande progetto per ora se volete dare un occhiata
⬇️
https://www.facebook.com/must23museostazione23maggio

•Gli uomini passano, le idee restano•
Giovanni Falcone

https://www.facebook.com/share/p/sn9zyBUZGaY47c5S/