[totaldonations]

Matti – 40 anni dalla legge Basaglia, 20 milioni di italiani curati fuori dai manicomi

Mi sono volutamente fatta un selfie perché mi ritengo parte della categoria.

Intendiamoci.. la pazzia negli anni precedenti alla legge Basaglia era il termine per definire tutte le svariate sfaccettature dell’uomo quando non si riusciva a classificarne il comportamento tra i soggetti sani o normali. Depressione, ansia, iperattività, asperger, autismo, epilessia, schizofrenia, omosessualità, sinfrome di down fino alle più gravi forme di tetraplegia erano solo una parte delle malattie mentali che riempivano le camerate dei manicomi piemontesi.
Mauro Vallinotto celando sotto i suoi vestiti una macchina fotografica si è recato all’interno del manicomio di Collegno, di via Giulia, di quello infantile di Villa Azzurra e ha scattato foto a persone fino ad allora invisibili, DIMENTICATE, VIOLATE DELLA PROPRIA IDENTITÀ, PERSONE INCATENATE,
Libere solo con la MORTE.
Dopo 40 anni dalla legge Basaglia questa mostra piena di vite e PIENA DI VITA, mi lascia oltre all’amaro in bocca anche la consapevolezza che io sarei stata tra quelle mura, incatenata a quel letto se fossi nata prima della chisura dei manicomi.

Solo perché ho come tutti le mie fragilità e non le nascondo.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *